Welfare Aziendale

Perché dovrei occuparmene?

Per le note difficoltà in cui versa il SSN, 10 milioni e passa di italiani si rivolgono attualmente alla Sanità Integrativa, (Report GIMBE), un dato ancora molto al di sotto della media europea ma destinato a crescere, seppur nell’intricato panorama riorganizzativo del secondo pilastro.

Nel frattempo come intuibile, cittadini e famiglie dai redditi medio-bassi sono spesso costretti a diminuire o addirittura tagliare le cure e i servizi sanitari a pagamento, e vivono in una percezione di precarietà e di rischio aumentato per il futuro. Non è quindi inaspettato che alcune indagini abbiano mostrato come l’esigenza di una maggior tutela sanitaria sia emersa tra i dipendenti di aziende dei più disparati settori nell’ambito del welfare aziendale, cioè in quel sistema di prestazioni monetarie e non monetarie (beni e servizi) a sostegno del benessere del dipendente che si porta dietro vantaggi fiscali anche per l’azienda. L’azienda assume una funzione d’integrazione sussidiaria il cui valore è riconosciuto dallo Stato. Che siano premi di risultato definiti sulla base degli andamenti aziendali o da condizioni contrattuali, queste forme di retribuzione godono di incentivi fiscali definiti dal TUIR (artt 51 e 100) e sono stati incrementati dalle Leggi di Bilancio particolarmente per gli anni 2016/17.

Le recenti novità normative hanno ottimizzato per le aziende e per i dipendenti il valore dei benefici del Welfare Aziendale semplificato e reso più conveniente per entrambi. Inoltre l’aumento del potere di acquisto dei dipendenti contribuendo a migliorare la salute oltre che la soddisfazione del lavoratore, ne favorisce il senso d’identificazione e la diminuzione dell’assenteismo.

ON… è al vostro fianco: studia insieme a te il piano di welfare più confacente alla tua azienda ottimizzando la resa delle risorse che intendi mettere a disposizione e crea per te e i tuoi dipendenti un maggior valore.